“30 perché” per una pastorale giovanile

1
  1. Perché ci stiamo guardando troppo negli occhi e ci parliamo addosso
  2. Perché ci sono molte domande di Dio tra i giovani, ma non ci sono persone che lo annuncino.
  3. Perché i giovani che girano nei nostri oratori sono solo un 2,6% di tutti i giovani italiani.
  4. Perché il mondo cambia e non cogliamo la parola che Dio ci manda a dire nei cambiamenti.
  5. Perché non siamo più in una società cristiana e dobbiamo tornare a far conoscere Cristo.
  6. Perché vediamo giovani che hanno bisogno di Dio, sono stufi marci e non ce la fanno più ad andare avanti da soli, ma non ce ne frega niente.
  7. Perché abbiamo ridotto l’orizzonte della missione alla nostra piccola città dimenticando il mondo.
  8. Perché ci siamo fatti una fede da custodire e non da consegnare.
  9. Perché non siamo cristiani abbastanza.
  10. Perché viviamo di sedute e di coordinamenti, mentre i giovani vogliono vita e salvezza.
  11. Perché la società ci sta addormentando i giovani e noi abbocchiamo.
  12. Perché i giovani sono scomodi e non sono mai contenti di niente ed è disdicevole rincorrerli.
  13. Perché gli adulti considerano i giovani come contemporanei di età diversa e non il loro futuro.
  14. Perché molti adulti che vivono con i giovani li sfruttano e non li aiutano.
  15. Perché a tanti giovani non importa niente di una chiesa fatta così e di un vangelo presentato così
  16. Perché quando ci rivolgiamo ai giovani sono più i difetti di comunicazione che di sostanza
  17. Perché quando ci chiedono di Dio offriamo ingessature
  18. Perché ci litighiamo le quattro pecorelle rimaste, mentre gli altri aspettano chi non arriva mai
  19. Perché ci nascondiamo dietro un dito e facciamo i camaleonti
  20. Perché abbiamo ridotto il vangelo a un galateo e la vita cristiana non si vede
  21. Perché non riusciamo a capire le loro domande e i loro sogni
  22. Perché abbiamo ambienti da vendere, ma non sono agibili nei gusti e orari dei giovani
  23. Perché anziché proporre Cristo presentiamo noi e le nostre elucubrazioni
  24. Perché mancano i testimoni, gli educatori e gli amici credenti
  25. Perché la droga ce li brucia prima di incontrarli veramente
  26. Perché le nostre liturgie non riescono a comunicare la bellezza della vita di Cristo
  27. Perché le parrocchie non sono case abitabili dai giovani
  28. Perché ci siamo concentrati nei gruppi e abbiamo abbandonato le strade della vita
  29. Perché con le nostre risposte fabbrichiamo botole per tombini invece di far scommesse
  30. Perché ci scoraggiamo e li mandiamo al diavolo

Ecco 30 dei possibili perché per i quali non cederemo mai allo scoraggiamento, alla fuga, alla noia

Buona Vita a tutti!

P.S. Se ti riconosci in almeno uno dei “perché”… puoi rimboccarti le maniche con noi!

―――•• ••――― ••――― ――――― •••―― ――――― / •――• • •―• ―•―• •••• ―――•• ••――― ••――― •―――― / •――• • •―• / ••― ―• •― / •――• •― ••• ― ――― •―• •― •―•• • / ――• •• ――― •••― •― ―• •• •―•• •
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti