Una Finestra sui Balcani… parte 2

Carissimi amici affacciati su questa “finestra web” che vi porta nei Balcani, un saluto a tutti. Come promesso, più o meno in tempo, eccomi anche questo mese a condividere qualche pensiero che ci aiuti a camminare insieme, al di là delle diversità geografiche.

Finestra sui Balcani 2015

Vi scrivo proprio il giorno dopo la celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale e vi scrivo dalla mia “nuova” casa, dato che mi sono trasferito e sto aprendo una missione nuova, in una città musulmana, al centro della zona pastorale affidata alla missione bresciana. Tutto è nuovo… non ho una chiesa, solo un piccolo negozio che abbiamo comprato alcuni anni fa e che abbiamo adibito a “chiesa”… non conosco molte persone, sto imparando a conoscere i bambini che giocano in strada vicino a casa mia… siamo in pochissimi cattolici qui ma so che ne vale la pensa esserci! La Missione infatti è proprio questo: poter essere un segno della presenza di Gesù al di là di quello che si può fare; in un tempo dominato dall’essere efficienti, se no le cose non ne vale la pena farle, abbiamo scelto di essere presenti in un luogo dove apparentemente non avrebbe senso stare… è la logica del Vangelo, il seme che deve cadere ovunque, anche dove si crede non crescerà niente! Si tratta di saper rischiare per Gesù! E a me va proprio a genio di provarci… e sono certo di avere anche il vostro sostegno. Oltre a questa città,  mi muovo nei villaggi cattolici affidati alla nostra missione insieme a un altro sacerdote di Brescia e a una Comunità di Suore Maestre di Santa Dorotea sempre di Brescia.

Finestra sui Balcani 2015

E’ bello incontrarsi in piccole comunità e pensare che alla fine le comunità degli Atti degli Apostoli erano proprio piccole cosi; è bello pensare che per annunciare il Vangelo, fare Catechismo non serve chissà cosa ma avere il tempo di camminare insieme, di conoscerci, di stimarci a vicenda e di conoscere le povertà di ciascuno. Tante volte siamo sempre cosi preoccupati di cercare chi non c’è, che ci dimentichiamo di voler bene a chi invece è presente…. ecco, la missione mi sta aiutando a prendermi cura di più delle persone che incontro ogni giorno… infatti penso che Gesù conoscesse bene i suoi 12 e proprio attraverso questo amore quotidiano ha donato a loro la forza di andare poi a dire a tutti la Buona Notizia.

Finestra sui Balcani 2015

Vi saluto allora da questa nuova realtà… e il mese prossimo vi racconterò una esperienza nuova e forte che proprio in questi prossimi giorni andrò a iniziare… intanto non dimenticatevi di pregare per tutti i missionari.

Ciao,

don Roberto

don Roberto

don Roberto

Sono sacerdote fidei-donum missionario in Albania dal 2008, originario di Leno e in precedenza Curato a Edolo e Cortenedolo. La mia frase preferita? “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8)


Commenti