Grest 2016

“Non voglio sapere il perché: Tu vedi più lontano di me!”. È con questa preghiera della fiducia e dell’abbandono che abbiamo affidato nelle mani di Gesù il nostro Grest “ Giuseppe Re dei sogni”.
La storia: Giacobbe ha dodici figli di cui l’ultimo è il prediletto Giuseppe che viene però venduto dai fratelli come schiavo. Grazie alla sua fede e alle visioni che ha in sogno riesce a conquistare la libertà e a liberare l’Egitto dalle 7 piaghe. Ottiene così successo e potere e, quando i fratelli si rivolgono a lui per chiedere aiuto, non sapendo chi è in realtà, Giuseppe mostra la vera potenza del perdono e dell’amore.
È bella la scelta del simbolo nel film, della piantina secca che ha ancora la forza per una foglia verde: un piccolo segno di speranza, che Giuseppe cura amorevolmente, fino a farla fiorire e dar frutto. Anche quando sembra che non vi siano possibilità, vale la pena coltivare la pianticella fragile della speranza. Nella fiducia verso il Padre che non smette di aver cura di noi, anche quando lo sentiamo lontano. Cosa abbiamo imparato: la storia molto particolare di Giuseppe ha insegnato molto ai bambini e ai ragazzi. Il ruolo della famiglia, l’affetto e l’amore dei genitori; le difficoltà che si possono sperimentare nei rapporti familiari e amicali; la presenza misteriosa e silenziosa ma operosa di Dio anche nelle vicende difficili; la gioia del perdono e della riconciliazione, sono alcuni temi che sono stati affrontati nelle giornate del Grest.

Grest e Summer on the Road 2016 - 125 di 149

Ogni mattina Don Davide ha parlato della Misericordia e della necessità di estirpare il seme della rabbia, della vendetta e della gelosia che può nascere dentro di noi e diventare un veleno che fa morire la nostra anima e il nostro cuore. Ci siamo anche soffermati sull’importanza di sognare. Fare sogni grandi non significa perdere tempo in utopiche illusioni ma sapere che possiamo e dobbiamo sognare cose grandi perché Dio ha grandi progetti per noi. Quando ci sentiamo un po’ soli, o pensiamo di valere poco il Signore ci prende e ci solleva, se sappiamo riconoscere e condividere i nostri doni, siano essi pochi e piccoli. Lui vede più lontano di noi e più in profondità; dove si ferma il nostro sguardo il suo sa vedere più lontano.

Grest e Summer on the Road 2016 - 136 di 149

Alcuni dati, il Grest organizzato dalla Parrocchia in collaborazione e con il sostegno del Comune di Leno, ha coinvolto più di 600 persone, in particolare i bambini e i ragazzi coinvolti sono stati: minigrest 94; prima, seconda terza elementare 123; quarta e quinta elementare 87; medie 95; ragazzi del Summer 86; cucito e pittura 84; animatori coinvolti 65. Come è possibile notare dai dati esposti, lo sforzo per rendere questo servizio alle famiglie, sempre più fruibile e organizzato (ricordiamo anche i Grest di Milzanello e Porzano che hanno coinvolto più di 200 persone), ha reso necessario un’elaborata e attenta preparazione da parte dei responsabili che con impegno hanno reso possibile questa iniziativa.

Grest e Summer on the Road 2016 - 123 di 149

L’ invito di quest’estate è quello di essere persone attente ai nostri sogni, a quello che ci fa vibrare, che mette le ali al nostro cuore, facendoci sognare. Sognatori come Giuseppe che sa riallacciare i fili che legano i messaggi di Dio, con il quotidiano. Niente è più importante di scegliere ‘ciò che a Dio piace di più’, cioè la sua misericordia, il suo amore, la sua tenerezza, il suo abbraccio, le sue carezze!”, per questo motivo il nostro impegno dovrebbe essere quello di immergerci nella realtà e nella concretezza, facendo diventare impegno costante quello che Gesù ci indica fare e cioè AMARE.
Grazie a tutti ai bambini, ai ragazzi, agli animatori, ai responsabili, a Don Davide, a Monsignor Palamini, al Comune di Leno, alle famiglie e a tutti coloro che a vario titolo contribuiscono e permettono la realizzazione del Grest.

Guarda la galleria con le foto del Grest e Summer ON THE ROAD!

ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti