Catechesi sulla Messa domenicale e festiva – quarta domenica di Avvento

Venerazione e bacio dell’altare.

Giunto davanti all’altare, il sacerdote compie un gesto di venerazione, inchinandosi davanti ad esso; essendo presente l’Eucaristia fa la genuflessione. “L’altare della Chiesa è lo stesso Cristo, secondo la testimonianza di Giovanni Apostolo nell’Apocalisse, che afferma di vedere, davanti al trono, un altare d’oro su cui e per mezzo del quale i doni dei fedeli vengono consacrati al Padre” (Pontificale Romano del sec. XII). L’altare, dunque, è baciato in segno di venerazione, in quanto sta al centro dell’assemblea convocata intorno alla Pietra: Gesù, che è il fondamento della comunione e al quale tutti si converge. Esso sarà baciato anche alla fine della Messa, ad indicare ulteriormente la centralità di Cristo.

Il bacio verrà dato pure al libro del Vangelo, al Signore presente nella Parola (cf. SC 7). Questo suggerisce che c’è un’asse che collega mensa della Parola e mensa dell’Eucaristia.

ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti