In breve

Come siamo organizzati

Il C.A.G. “Don Milani” occupa gli spazi dell’Oratorio San Luigi e ne utilizza anche tutte le strutture esterne (campi da calcio, pallavolo, basket, parco giochi, e lo spazio all’aperto compreso nell’Oratorio). Il servizio è aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 14 alle 18 durante il periodo scolastico. Nei periodi di chiusura scolastica anche il C.A.G. rimane chiuso. Il Centro organizza le diverse attività e proposte in base alle esigenze e agli interessi degli utenti. Il Centro collabora con le diverse realtà del territorio.

Chi frequenta il centro

Il Centro può accogliere nella quotidianità 45 minori. Pur potendo accogliere bambini e ragazzi dagli 8 ai 15 anni, negli ultimi anni il centro ha deciso di accogliere unicamente le numerose richieste dei frequentanti la scuola secondaria di primo grado (11-15 anni). Il Centro può accogliere minori disabili. Le modalità e i tempi per tali inserimenti vengono concordati con la famiglia ed eventuali enti di riferimento per poter garantire un adeguato accompagnamento.

La nostra offerta educativa

Il Centro offre possibilità di aggregazione e di socializzazione finalizzate al benessere del minore e alla prevenzione di situazioni di disagio. Si promuovono quindi l’ascolto, l’accompagnamento e l’orientamento. Offre inoltre supporto scolastico finalizzato ad acquisire abilità ed autonomia nello studio. Il C.A.G. organizza attività sportive, ricreative, culturali e momenti di informazione.

Il personale

Nel servizio operano:

  • il sacerdote dell’oratorio come responsabile del servizio;
  • un coordinatore/educatore e due educatori professionali;
  • insegnanti volontari;
  • altre figure professionali e volontarie funzionali alla realizzazione delle diverse attività.

Siamo orgogliosi di quello che facciamo insieme!

Ti aspettiamo in Oratorio per qualsiasi curiosità o richiesta!

Storia

Il Centro di Aggregazione Giovanile (C.A.G.) “Don Milani” nasce a Leno nel settembre 1986 da una convenzione tra il Comune che lo gestisce e il responsabile della pastorale familiare della Parrocchia.

Il servizio nasce per aiutare le famiglie più disagiate nella cura dei propri figli poiché spesso sono emarginati e hanno grosse difficoltà a livello scolastico. Inizialmente il centro è frequentato da bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie inferiori. Le persone che vi prestano servizio sono volontari, ma a lungo andare si è sentita la necessità della presenza di un operatore sociale che avesse un ruolo fisso e definitivo e potesse dare una continuità educativa.

Alla fine del 1991, l’Assessore comunale ai Servizi Sociali rinuncia alla titolarità del Centro di Aggregazione, non ritenendolo utile ad affrontare le problematiche di disadattamento dei minori e preferendo incentivare le attività dei gruppi sportivi presenti sul territorio. La parrocchia, invece, continua a credere nella validità educativo-preventiva del C.A.G. e se ne assume la titolarità, nonché l’onere economico per avviare una serie di interventi per adeguare la struttura agli standard regionali.

Nel 1995 il Comune riconosce l’importanza educativa del Centro e stipula con la Parrocchia un protocollo d’intesa che prevede la condivisione della gestione del C.A.G. Ci si attiva, allora, per assumere un educatore che lavori in modo continuativo.

Nel giugno 1997 il Centro è stato intitolato a “Don Lorenzo Milani”.

Nel 2002 è stato rinnovato il protocollo d’intesa con la decisione di assumere un altro educatore.

Nel 2008 gli educatori assunti sono diventati tre. Questo sempre maggiore investimento denota quanto il servizio si sia radicato e rivelato utile sul territorio visto il graduale incremento di iscrizioni.

Da sempre, il C.A.G. ha voluto impostare il proprio lavoro in rete con le diverse realtà del territorio e quindi in collaborazione con le scuole, con l’A.S.L. con i Servizi Sociali del Comune, con la Neuropsichiatria infantile, con i vari enti sportivi, etc…

Info e contatti

Servizio C.A.G. don Milani
Indirizzo Via Re Desiderio
Comune 25024 Leno
Posta elettronica
Responsabile Don Davide Colombi
Telefono responsabile 030 90 62 59
Coordinatore Duina Ornella
Telefono coordinatore 339 71 07 700
Ente gestore Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo
Sede Legale Via Dante, 8 – 25024 – LENO (BS)
Comune Leno (Bs)
Telefono sede legale 030 90 65 12
Posta elettronica sede legale giovannipalamini@libero.it
Canale You Tube www.youtube.com/oratubeleno
Sito web www.oratorioleno.it
Rappresentante Legale Mons. Palamini Giovanni
Partita Iva 02004140980
Codice Fiscale 88007590172
Configurazione giuridica Ente Religioso

Criteri e modalità di accesso al servizio

Il C.A.G. si pone come crocevia e luogo di incontro di diverse identità sociali per età, genere, provenienza, cultura, religione.
Alla struttura si accede tramite richiesta spontanea della famiglia o tramite l’invio da agenzie educative del territorio. L’inserimento di minori in carico al servizio sociale è valutato in sede d’équipe educativa. L’iscrizione è da effettuarsi presso il C.A.G con una quota mensile di compartecipazione. La continuità educativa implica che gli educatori diano precedenza agli utenti iscritti l’anno precedente. Ad ogni genitore viene fornito un modulo da compilare indicando i dati personali, numeri di telefono, permessi d’uscita, etc. Le pre-iscrizioni dei ragazzi al Servizio, avvengono durante il mese di Maggio. Nelle prime due settimane di Settembre le preiscrizioni vengono confermate.
La frequenza non è obbligatoria tutti i giorni, anche se si richiede per almeno tre giorni alla settimana per dar senso educativo alla partecipazione al servizio. Il limite di frequenza giornaliera è di 45 utenti; raggiunto il tetto massimo, gli utenti vengono messi in lista d’attesa. Il momento dell’inserimento è una fase delicata del progetto, in particolare per i nuovi iscritti, ed è gestito dagli educatori con attenzione per permettere ai ragazzi un inserimento graduale, condiviso, che faciliti la conoscenza e un adattamento spontaneo da entrambe le parti.

Obiettivi del servizio

Il C.A.G. si propone obiettivi che hanno come finalità quella di offrire ai minori, sia normodotati che a rischio di disadattamento, l’opportunità di accedere ad un’esperienza di socializzazione e aggregazione che favorisca le relazioni interpersonali con i coetanei e gli educatori, in un’ottica di educazione, promozione del benessere personale e di prevenzione del disagio.
A tal fine il C.A.G. si pone i seguenti obiettivi:

  • fornire un servizio alle famiglie del territorio ed entrare nella programmazione della proposta dell’oratorio;
  • favorire la creazione di relazioni significative con i pari e con gli adulti;
  • incentivare il senso di responsabilità e autonomia personale;
  • favorire l’interiorizzazione di regole e valori di gruppo;
  • offrire momenti di gioco e attività;
  • favorire l’ascolto, il dialogo, il confronto;
  • stimolare la riflessione e la condivisione di tematiche importanti;
  • attivare una rete di collaborazione e confronto con le famiglie, scuole, oratori, e associazioni;
  • incentivare l’autonomia scolastica e l’apprendimento di un proprio metodo di studio;
  • offrire la possibilità di vivere la quotidianità in un luogo sicuro e monitorato da educatori competenti;
  • ove necessario, creare progetti educativi individuali da realizzarsi al C.A.G, condividendoli con altre agenzie educative;

Attività e servizi forniti agli utenti

Le attività rappresentano degli spazi di protagonismo e sperimentazione di sé, delle regole, dell’organizzazione sociale e sono occasioni di ascolto e di scambio, oltre che di prevenzione.

  • Attività scolastica: si offre un sostegno competente allo studio per permettere il corretto svolgimento dei compiti scolastici, un graduale miglioramento del rendimento scolastico con conseguente aumento del livello di autonomi e di autostima.
  • Gli educatori cercano di fornire, in proposito, un proprio specifico aiuto, senza però sostituire l’alunno nello svolgimento dei compiti: inoltre cercano di promuovere la collaborazione reciproca, fra i ragazzi, in modo da favorire la comunicazione di gruppo. Non si tratta di attività di recupero, tuttavia in collaborazione con la scuola vengono seguiti i validi suggerimenti degli insegnanti per supportare e migliorare il rendimento dei ragazzi.
  • Attività ludico-sportiva: si cerca di favorire una modalità positiva di investimento delle proprie energie e lo sviluppo armonico delle facoltà psico-fisiche dei ragazzi attraverso il gioco (basket, calcio, pallavolo, palla bollata…). In primavera viene organizzato dal Servizio un torneo di calcio che coinvolge non solo i ragazzi del Centro ma tutti i coetanei residenti a Leno e non.
  • Attività ludiche: il gioco è ritenuto fondamentale per esprimere il proprio sentirsi liberi, la propria fantasia e la propria personalità. Attraverso il gioco l’educatore può attingere informazioni significative sulla realtà dei ragazzi e del gruppo, oltre che disporre di uno strumento molto efficace per fornire i messaggi educativi.
    I giochi svolti sono i seguenti:

    • gioco libero e di movimento;
    • giochi ricreativi, supportati da un’attrezzata sala giochi;
    • giochi da tavolo;

    nel gioco di gruppo si coinvolgono anche altri ragazzi che frequentano l’oratorio.

  • Laboratori di attività manuali ed espressive: sono volti a promuovere lo sviluppo della creatività degli utenti.
  • Cura degli ambienti: in quest’ambito i ragazzi imparano a prendersi cura e a rispettare il luogo in cui quotidianamente trascorrono il loro tempo con la finalità di sentirlo e viverlo come proprio (L’oratorio è la mia casa!).
  • Attività Musicali: si organizzano corsi di ballo e di musica tenuti da esperti esterni.
  • Attività di drammatizzazione teatrale: si fa sperimentare una forma più completa di comunicazione delle proprie sensazioni, sentimenti ed emozioni. Attraverso il linguaggio gestuale, figurativo, verbale e musicale, viene facilitato l’emergere del proprio vissuto.
  • Uscite alla scoperta del territorio: per creare un rapporto concreto fra la persona e l’ambiente, con l’obiettivo di favorire la socializzazione al di fuori del contesto familiare e dell’Oratorio. Si prevedono uscite che abbiano non solo lo scopo di divertire, ma anche quello di far conoscere e scoprire il territorio, perché molti utenti che frequentano il C.A.G. non hanno risorse e possibilità di fare tali esperienze.
  • Incontri sui cambiamenti legati all’adolescenza: si propongono incontri diversificati in base all’età degli utenti con esperti su vari temi legati sia ai cambiamenti emotivo-relazionali (affettività, sessualità), sia ai cambiamenti fisici (alimentazione, igiene, cura di sé).
  • Incontri di prevenzione al disagio: gli incontri sono tenuti da persone competenti che si confrontano con i ragazzi su temi quali la droga, l’alcool, l’educazione stradale e i vari tipi di disagio giovanile.
  • Incontri di conoscenza delle varie realtà territoriali: nell’ottica di formare cittadini attivi e consapevoli (ad es. incontri con l’amministrazione comunale, con i volontari del 112, con la polizia municipale e carabinieri, partecipazione al progetto “Nave della legalità”).
  • Realizzazione del Giornalino “L’…impiccione viaggiatore”: lo scopo è quello di aiutare i ragazzi ad esprimere le proprie idee, attraverso articoli in cui gli utenti parlano della loro vita, delle loro problematiche quotidiane e dei loro interessi. È inoltre uno strumento educativo finalizzato a far conoscere il Centro in ambito territoriale.

Dove siamo

Il C.A.G. don Milani è situato all’interno dell’Oratorio del Comune di Leno (Bs) in via Re Desiderio, 37.

Organigramma personale

Equipe di coordinamento
È composta dalla coordinatrice e dagli educatori professionali. L’èquipe di coordinamento si avvale, per le situazioni più problematiche, del confronto con un supervisore esterno.